Allarme carestia in Sud Sudan: un milione a rischio fame

Roberta Gisotti
E-mail: robertagisotti(@)hotmail.com

 
 
 

Ricerca base
Tutti i testi
Frase esatta
 
Facebook Roberta gisotti su Facebook
 
RSS
Allarme carestia in Sud Sudan: un milione a rischio fame
Articoli correlatiArticoli correlati
Allarme carestia nel Sud Sudan, dove 100 mila persone stanno già soffrendo la fame e 1 milione sono a rischio di penuria di cibo. Servizio di Roberta Gisotti:

A denunciare la grave calamità che colpisce il Paese africano sono tre agenzie delle Nazioni Unite, Fao, Unicef e Pam e lo stesso governo. Dal dicembre del 2013 in Sud Sudan è in corso una guerra civile, esplosa a causa di uno scontro politico tra il presidente Salva Kiir e il suo ex vice Rieck Machar, accusato di aver tentato un golpe. Ne è seguito un conflitto etnico tra le tribù Dinka e Nuer con decine di migliaia di morti e milioni di sfollati. L'Onu perfino paventa che in Sud Sudan si consumi un genocidio. ''La nostra paura peggiore si è realizzata'', ha dichiarato Serge Tissot, capo della Fao in Sud Sudan, evidenziando che la guerra ha distrutto le zone fertili del Paese. Per cui oggi 5 milioni e mezzo di sud sudanesi, la metà della popolazione, soffre di insicurezza alimentare. I più vulnerabili sono i bambini, oltre 250 mila sono gravemente malnutriti e ''molti di loro moriranno'' se non avranno urgentemente aiuti alimentari, ha ammonito il capo dell'Unicef nel Paese africano, Jeremy Hopkins. ''Questa carestia - ha puntualizzato Joyce Luma, responsabile del Pam in Sud Sudan - “è stata provocata dagli uomini”. E, “in assenza di pace e sicurezza – ha aggiunto - l'assistenza umanitaria può fare quel che può''.

 
| | | |
Tags: Sud Sudan - Unicef - fame - Fao - Pam
L'articolo nella sezione: Articoli e Interviste / Radio Vaticana
TV buona dottoressa?  Dalla Tv dei professori alla Tv deficiente. La Rai della seconda Repubblica  La favola dell'Auditel. Parte seconda: fuga dalla prigione di vetro  La Favola dell´Auditel  La nascita della Terza pagina. Letterati e giornalismo 1860-1914 
W3C    |    CSS    |    ASP    |    MySql    |    Site map    |    Privacy    |    Credits